• News

    News

Ex asilo di Sagron Mis, al via il progetto “reMoto”. Da mercoledì la progettazione partecipata con Camposaz

cs esito bando generazioni 29 07 2019 int

È terminato lo sgombero e il riordino dell’edificio che fino a 15 anni fa ospitava l’asilo di Sagron Mis. Mercoledì comincerà la progettazione partecipata con gli architetti dell’associazione Camposaz. L’obiettivo è ridare vita a un luogo abbandonato per trasformarlo in un punto di incontro e in un laboratorio creativo a disposizione della comunità. Fra le ipotesi, quella di creare un Fab Lab in cui recuperare antiche arti come la legatoria, il cucito e la liuteria. L’iniziativa fa parte del progetto “reMoto” ed è promossa dalla Pro Loco di Sagron Mis nell’ambito del bando Generazioni 2020.

Trasformare un ex asilo abbandonato in un laboratorio creativo e in uno spazio di incontro per la comunità di Mis. Questo il progetto che le associazioni di Sagron Mis intendono portare avanti a partire dai bisogni espressi da un gruppo di giovani che quasi vent’anni fa hanno frequentato la scuola dell’infanzia proprio in quel luogo.

Tutto nasce durante il lockdown, da una riflessione sui luoghi fisici dei piccoli borghi, sulla loro importanza e sul loro ruolo per la comunità. La riappropriazione di uno spazio da troppo tempo vuoto diventa a Sagron Mis un passaggio cruciale per il rilancio di un'intera piazza e di un intero paese. Con i suoi nemmeno 200 abitanti, Sagron Mis è il paese più piccolo e più isolato di tutto il Primiero, il più orientale della provincia di Trento e il più distante dal capoluogo.

Il progetto “reMoto”, selezionato e finanziato nell’ambito del bando Generazioni 2020, entra ora nel vivo, con una cinque giorni di progettazione partecipata coordinata dagli architetti dell’associazione Camposaz. L’obiettivo è coinvolgere la popolazione nel recupero dell’edificio, in termini funzionali ma anche come metafora di rigenerazione e condivisione.

Fra le ipotesi emerse sulla destinazione da dare alla struttura, c’è quella di creare un Fab Lab in cui si mescolino dimensioni laboratoriali legate ad antiche arti come la legatoria, il cucito e la liuteria. Possibilità formative, ma anche esperienziali e in parte produttive destinate ad arricchire e potenziare tutta la comunità.

«Il bando Generazioni – secondo Flavio Broch della Pro Loco – è stata l’occasione per smuovere pensieri e per generare prospettive; il direttivo della Pro Loco e il gruppo di giovani che animano le nostre attività hanno elaborato un’idea per rigenerare la struttura dell’ex asilo attraverso un processo di progettazione partecipata supportata da esperti. Coinvolgere i giovani in questo percorso di rigenerazione, metterci la testa per riportarlo al centro del paese, rappresenta un’importante occasione per sentirsi soggetti attivi nel disegnare il futuro di quello spazio, ma anche il proprio e del paese in cui vivono».

Il progetto è realizzato con la collaborazione dell’associazione Laboratorio di Sagron Mis, dell’associazione Camposaz e della Fondazione Riusiamo l’Italia. Per maggiori informazioni, è possibile contattare la Pro Loco scrivendo a info@prolocosagronmis.it, oppure telefonando al numero 340 2598121.

PRO LOCO DI SAGRON MIS
La Pro Loco Sagron Mis rappresenta l'istituzione di volontariato "storica" del comune. Opera infatti dal 1987 per valorizzare il territorio di Sagron Mis, ampliare l'offerta ricreativa e turistica, tutelare e valorizzare il patrimonio culturale e il paesaggio. Da 20 anni, inoltre, gestisce il Circolo Pro Loco Sagron Mis, punto di ritrovo imprescindibile per la comunità tutta e sede polifunzionale di innumerevoli attività (spontanee o strutturate) fondamentali per il mantenimento e lo sviluppo della vita sociale del paese.

CAMPOSAZ
Camposaz è un laboratorio di autocostruzione in legno in scala 1: 1. È nato nel 2013 su iniziativa delle associazioni culturali Aguaz e Campomarzio per promuovere l'interazione tra discipline e professionisti che si occupano di progettazione architettonica. Il laboratorio è aperto ad architetti, designer e falegnami dai 18 ai 35 anni. L'obiettivo è quello di condensare in un'esperienza unica aspetti immateriali e materiali del processo di costruzione, migliorando l'intero processo creativo.

BANDO GENERAZIONI
Il bando Generazioni punta a incentivare la nascita di reti di collaborazione e progettazione per lo sviluppo di iniziative legate al mondo del lavoro e all’autonomia dei giovani, stimolando, in una logica di scambio, i processi di transizione verso l’età adulta. L’obiettivo è mettere al centro temi come il lavoro culturale, le professioni creative, ma anche i mestieri legati alla tradizione e l’autonomia giovanile, valorizzando il patrimonio di entusiasmi, talenti ed energie che esprimono i territori. “Generazioni” è organizzato dalle cooperative sociali Young Inside e Inside con il sostegno delle Province autonome di Bolzano e Trento e della Regione autonoma Trentino - Alto Adige/Südtirol.

 

NEWS

thanks to:

       

organised by:

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti. Navigando se ne accetta l'utilizzo.
Per saperne di più consulta la cookie policy.