• News

    News

Mappatour, al quartiere Don Bosco i giovani inventano il negozio del futuro

cs esito bando generazioni 29 07 2019 int

Il collettivo The Chioskito propone una residenza artistico-culturale per dare nuova vita ai luoghi dimenticati.

I negozi di vicinato stanno sparendo. Anche a Bolzano le piccole attività ormai faticano a tenere il passo con la concorrenza dei grandi centri commerciali e e-commerce. L'emergenza sanitaria ha dato il colpo di grazia costringendo molti esercenti a chiudere definitivamente. In questo modo le comunità che abitano i quartieri rischiano di perdere i propri punti di riferimento e i locali sfitti vengono esposti all'incuria e al degrado urbano.

Da queste considerazioni è nata l'idea del collettivo The Chioskito formato da Giulia Palaia, Lorenza Troian e Hernán Cacace: promuovere i valori dell'economia circolare attraverso arte e cultura. Mappatour è il nome del progetto vincitore del bando Generazioni 2021, realizzato in collaborazione con l'associazione La Strada - Der Weg. Una residenza artistico-culturale presso il centro giovanile Villa delle Rose a disposizione dei ragazzi tra i 18 e i 30 anni, dove mappare i luoghi inutilizzati nella zona e pensare al “negozio del futuro”.

L'arte al servizio della comunità

“L'idea del Chiosco per noi rappresenta un luogo di aggregazione in movimento che stimola la produzione e lo scambio di idee” - spiegano i ragazzi di Chioskito, accomunati dalla passione per l'arte ed il teatro. “Rifacendoci al tema del bando Generazioni di quest'anno abbiamo cercato di mettere in relazione le ispirazioni provenienti dai bisogni del quartiere e le aspirazioni dei giovani”. L'intenzione è quella di valorizzare gli spazi dei piccoli commercianti attraverso una mostra itinerante e cercare di ricostruire la rete sociale.

La residenza artistica del Mappatour

Proprio in questi giorni, dal 16 al 18 luglio, si sono tenuti gli incontri presso Villa delle Rose dove il progetto si è articolato in diverse fasi. In primo luogo, i partecipanti hanno raccolto le testimonianze delle persone che vivono e lavorano nel quartiere Don Bosco. Un'occasione di ritorno alla socialità fortemente sentita da entrambe le parti: “Ci ha stupiti l'entusiasmo con cui i volontari hanno accettato la sfida” - spiega Giulia - “In tanti sentivano la mancanza dello stare insieme dopo tanti mesi di isolamento. Addirittura, alcuni hanno espresso il desiderio di rimanere in contatto con gli esercenti”.

Successivamente è iniziata la fase creativa, in cui i ragazzi hanno sperimentato diverse modalità di espressione - come la voce e la gestualità - grazie al prezioso contributo di Oscar Bettini, attore e drammaturgo bolzanino. L'obiettivo finale prevede la creazione di una mostra itinerante e autofinanziata all'interno dei piccoli negozi e degli spazi inutilizzati.

Bisognerà attendere fino a settembre per scoprire le opere frutto di queste intense giornate alla residenza artistica. “Al momento non possiamo svelare tutti i dettagli della mostra, sarà una sorpresa”. Si dicono soddisfatte Giulia e Lorenza, - “non vediamo l'ora di poterla mostrare al pubblico.”

Mappatour è un progetto realizzato nell'ambito del bando Generazioni 2021, in collaborazione con CoolTour, progetto dell'associazione La Strada – Der Weg. I supporter dell'iniziativa sono Frabiatofilm, studio di produzione audiovisiva, Bolzanism e Drin, lo spazio di coworking che ospita e offre supporto a The Chioskito.

L’articolo è stato scritto da Lisa Pontoni nell’ambito del percorso esperienziale attivato con Generazioni e Coop Mercurio all’interno del Media Contest di Tempora ODV.

 

NEWS

thanks to:

       

organised by:

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti. Navigando se ne accetta l'utilizzo.
Per saperne di più consulta la cookie policy.